Come scrivere un CV semplice ed efficace

Il CV è  il primo approccio tra noi e l’azienda per la quale ci vogliamo candidare.

Attraverso i cv viene effettuata una prima valutazione e l’obiettivo è dare una buona impressione al nostro selezionatore.

Puoi scrivere un cv di successo focalizzandoti non solo sugli studi e le esperienze lavorative, ma descrivere passioni, hobby e aspirazioni.

Ma per poter scrivere un buon cv qual è il formato giusto da utilizzare?

Molte aziende preferiscono il cv in formato europass perché segue uno schema semplice, chiaro e sintetico. Per il selezionatore sarà più rapida la lettura del tuo cv.

Una volta scelto il formato puoi descrivere le tue esperienze partendo dall’esperienza più recente a quella passata. Questo ti consentirà di far risaltare la tua crescita lavorativa nel tempo

Nel caso tu non abbia numerose esperienze lavorative puoi focalizzarti sulle esperienze formative maturate fino ad oggi specificando anche corsi, stage, ecc.

Vediamo insieme come costruire il nostro Cv in modo semplice ed efficace.

Partiamo dalla foto: utilizza una foto frontale, con uno sfondo neutro, a mezzo busto, abbigliamento professionale e con un espressione naturale, preferibilmente sorridente. No ai selfie!

Ci sono poi i dati personali: inserisci nome, cognome, indirizzo, telefono, data di nascita, luogo di nascita e stato civile. Aggiungi un indirizzo e-mail che sia professionale e comprenda il tuo nome e cognome (prediligi un account gmail),in questo modo sarà anche più facile da ricordare.

Passiamo alle esperienze lavorative. Come già anticipato mantieni un ordine cronologico partendo dall’esperienza più recente per poi retrocedere. Per ogni esperienza indica il periodo lavorativo, la posizione che hai ricoperto, il nome della società, azienda o ente per cui hai lavorato e dove è situata. Aggiungi una breve descrizione delle mansioni, massimo 2/3 righe. Se sono molte le attività svolte, prediligi un elenco puntato.

Poi ci sono le esperienze formative. Mantieni sempre un ordine cronologico. Quando inserisci i corsi di formazione e specializzazione; ricorda di inserire la durata, il titolo di studio, l’istituto/ente per ognuno di essi. Indica il voto solo se alto, altrimenti meglio non inserirlo.

Per le conoscenze linguistiche riporta la conoscenza di almeno una lingua straniera e specifica il livello: A1 Principiante, A2 Elementare, B1 Pre-Intermedio, B2 Intermedio, C1 Post-Intermedio, C2 Avanzato. Mi raccomando, elimina le tabelle, sono ridondanti  e occupano spazio.

Per quanto riguarda le conoscenze informatiche puoi indicare le  conoscenze dei diversi programmi del pacchetto Office. Se vuoi puoi riportare le certificazioni che dimostrino le tue reali conoscenze informatiche.

Giocati bene la carta degli Hobby e interessi. In poche righe cerca di far risaltare la tua personalità. In questo modo il selezionatore può riuscire a delineare vari aspetti del tuo carattere. Ad esempio se sei amante dello sport e giochi a calcio oppure pallavolo allora avrai una buona predisposizione al lavoro in Team; se pratichi le arti marziali sarai una persona dotata di una buona concentrazione. Puoi inserire ulteriori interessi come il viaggio, il cinema e la lettura, ma attenzione a non essere troppo generico. Se ti piace leggere libri, indica anche il genere.

Ecco il tuo CV è completo!

Ah, alcune piccole raccomandazioni:

  • Il cv deve essere basato su esperienze reali, non enfatizzare e soprattutto non inventare. Le verità potrebbero venire a galla al momento del colloquio; potresti rischiare di dimostrarti una persona inaffidabile.
  •  Il tuo cv deve essere coerente alla tipologia di lavoro per cui ti sei candidato.
  • Ricorda di sottoscrivere l’autorizzazione al trattamento dei dati personali in base all’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e all’art. 13 GDPR 679/16.

Buon lavoro!

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *